Relazione extraconiugale e Separazione con Addebito: come ottenerla?

Pur cogliendo sul fatto il coniuge in una relazione extraconiugale, non è detto che si possa ottenere la separazione con addebito. Vediamo insieme le varie casistiche.

Matrimonio e Relazione extraconiugale

Quando due persone decidono di sposarsi sanno bene che dal matrimonio derivano diritti e doveri reciproci, quali fedeltà, assistenza morale e materiale e di collaborazione.

Il primo aspetto, ossia la fedeltà, costituisce il punto fermo, il cardine per qualsiasi matrimonio e si fonda sul principio dell’esclusività tra uomo e donna.

Non si tratta solo di un principio morale e religioso, ma anche e soprattutto giuridico, in quanto la legge italiana non accetta che una persona sposata abbia, contemporaneamente, più relazioni.

Quindi anche se l’adulterio non è più inteso come un reato, continua però a rappresentare uno dei motivi più frequenti di separazione.

Richiesta separazione e prova del tradimento

Nel caso in cui si sia scoperto un tradimento, perché la domanda di separazione sia accolta non serve fornire al giudice la prova dell’adulterio.

Infatti è sufficiente che si siano svolte tra i coniugi delle incomprensioni tali da rendere intollerabile la vita insieme.

Relazione extraconiugale e separazione con addebito

Al contrario la prova dell’infedeltà è invece indispensabile quando il coniuge tradito vuole la separazione con addebito, ossia la dichiarazione con cui il giudice dò la responsabilità della rottura del matrimonio al coniuge traditore.

In questo caso il fedifrago dovrà fare i conti con le seguenti conseguenze:

  • perdita dell’eventuale diritto ad un assegno di mantenimento;
  • attenuazione dei diritti successori, poiché al coniuge cui è stata addebitata la separazione spetta solo il diritto a un assegno vitalizio.

Quando la prova dell’infedeltà non è sufficiente per ottenere la separazione con addebito

Tuttavia anche se provato, non sempre l’adulterio può far sì che venga accettata la separazione con addebito.

Infatti se la separazione di addebito si basa sulla violazione della fedeltà, è anche necessario che sia provato che il tradimento è la vera causa della fine del matrimonio.

Se non si dispone di questa prova, il coniuge fedifrago non ha responsabilità.

Relazione extraconiugale: quali sono le prove da fornire al giudice?

E’ necessario che il tradimento abbia provocato all’interno della coppia sposata:

  • l’ intollerabilità della convivenza;
  • la lesione di diritti della personalità del coniuge.

Quindi se la crisi dei coniugi era antecedente alla relazione extraconiugale, il giudice potrà rigettare la richiesta di separazione con addebito.

Per certificare che non c’è un diretto legame tra infedeltà e crisi coniugale, il giudice dovrà accertare e valutare il comportamento di entrambi i coniugi e capire se era già in corso una crisi prima della relazione extraconiugale di uno dei due.

RelatedPost

infedeltà di coppia