Sei infedele? Non è colpa tua, ma delle genetica

La genetica come possibile causa dell’infedeltà di coppia

Tradimento, scappatelle, corna. Chiamatele come preferite. In ogni caso si tratta di situazioni che possono portare a grandi fratture nella coppia, o addirittura mandare a monte un fidanzamento, o un matrimonio. Ma come scoprire se il vostro partner vi tradisce, o potrebbe farlo?

Stando a quanto riportato da una serie di studi presentati al 23° Congresso dell’Associazione Europea di Psichiatria, l’inclinazione all’infedeltà di coppia non è determinata solo da fattori psicologici, ma anche da caratteristiche genetiche.

La predisposizione al tradimento non riguarderebbe quindi solo un’attitudine della personalità, ma anche una questione genetica. Il tradimento sembra dunque essere un fattore iscritto nel corredo genetico di quanti non riescono a rimanere fedeli al proprio partner.

Ma come si può frenare questo istinto? Secondo gli esperti un’influenza psicologica e culturale può aiutare il soggetto a controllarsi, ma il ruolo fondamentale è svolto dagli ormoni, in particolare dalla dopamina (meglio nota come ormone del piacere) e dall’ossitocina (altro ormone che sessuale che svolge un ruolo determinante durante la gravidanza).

Genetica e infedeltà di coppia: l’opinione del dottor Balon

Si è espresso in merito Richard Balon, psichiatra della Waynestate University di Detroit, che durante il Congresso ha spiegato: “Alcuni primi studi pubblicati di recente suggeriscono che vi sono soggetti più o meno predisposti geneticamente alla fedeltà o all’infedeltà sessuale”.

Pare, infatti, che vi sia una variabilità nei geni che regolano la secrezione degli ormoni, per cui una persona può essere spinta a comportamenti sessuali opposti: la fedeltà verso il partner o il bisogno di fare nuove esperienze.

Facendo riferimento alla famosa trilogia di romanzi di E. L. James, il dottor Balon, ha inoltre ricordato che esistono “almeno 50 sfumature di grigio”, come per indicare che in fatto di infedeltà di coppia sono molti i fattori che concorrono a un eventuale tradimento, e non sarebbe corretto scaricare tutto sulla genetica.

“Si può dunque dire che alcune prime indicazioni su un possibile legame fra geni e infedeltà ci sono, ma vanno approfondite” ha concluso il dottor Balon, che ha ricordato anche la necessità di condurre nuovi per confermare questa teoria.

Insomma quanto effettivamente il corredo genetico influisca con la propensione al tradimento resta ancora un mistero. Quello di cui siamo certi è, che dopo gli studi condotti da Balon, saranno in molti a giustificare i propri tradimenti dando la colpa ai geni.

infedeltà di coppia